Momenti Cairesi

Home>Momenti Cairesi
Momenti Cairesi2021-11-30T16:15:48+01:00

La squadra di parahockey dell’A.S.D. “Pippo Vagabondo” di Cairo Montenotte rappresenta un riuscito progetto di inclusione sociale.

La squadra di parahockey “Pippo Vagabondo”

Il team è nato inizialmente dalla collaborazione tra l’A.S.D. “Pippo Vagabondo” e la struttura Socio Riabilitativa “Villa Sanguinetti” di Cairo, gestita dalla cooperativa Lanza del Vasto per poi estendersi a persone con disabilità residenti in tutta la Valbormida.
Sul campo di Via Buglio, a Cairo, sotto la guida dell’allenatore, Andrea Nari, che è anche arbitro federale, coadiuvato dai collaboratori Arben Tirana e Hicham Benezzine, gli atleti Massimo Oliveri, Chiara Cogorno, Lorenzo Buscaglia, Teresa Cedrato, Susanna Omerovic, Nadia Italo, Francesco Zela, Giuseppina Bazzano, Rita Viglietti, Michele Buzzone, Cinzia Pera, Marica Buzzone e Tiziana Boschiazzo sono impegnati, ogni martedì, giorno degli allenamenti, oltre che negli esercizi, a portare un esempio unico di inclusività in cui l’hockey si trasforma in un’opportunità di crescita fondamentale, sia dal punto di vista psicomotorio, sia rappresentando un’esperienza commovente di gioia per chiunque vi partecipi.
L’esperienza è stata resa possibile dall’impegno dello staff dell’A.S.D. “Pippo Vagabondo” e di Simonetta Dotta e Alberto Brero della Residenza “Villa Sanguinetti” e di Anna Cantoni dell’Associazione “DiversamenteVB”.
Dicono gli artefici del progetto: “Trattandosi di un’esperienza appena iniziata e già così significativa la squadra può ancora accogliere nuovi giocatori desiderosi di mettersi in gioco e scendere in campo”.
Per informazioni ed iscrizioni ci si può rivolgere agli “Sportelli per il supporto all’autonomia e all’inclusione sociale delle persone con disabilità”, le cui sedi sono nella Residenza Villa Sanguinetti, il mercoledì (telefono 019502305) e nell’Ospedale San Giuseppe di Cairo Montenotte, il lunedì (telefono 0195009242).

La formazione della squadra di parahockey si inserisce nell’ambito del progetto “Trasformare i confini in soglie” promosso da ASL  e Distretto Sociale “Bormide”, con il sostegno delle Fondazioni Agostino De Mari e Compagnia di San Paolo, insieme ad una rete del territorio della Valbormida e di Savona, per realizzare iniziative concrete che permettano alle persone “fragili” (anziani, disabili, adolescenti in difficoltà) di vivere nella propria comunità, coinvolgendo attivamente le famiglie e le reti sociali naturali della comunità stessa. Un progetto dove la salute individuale e il benessere comunitario si intrecciano con l’obiettivo di fornire a tutti i componenti della comunità strumenti per fronteggiare in modo più autonomo i problemi.
Le iniziative rivolte ai tre gruppi di destinatari coinvolgono le reti sociali naturali della comunità locale in un’ottica di intergenerazionalità, nella convinzione che il sostegno alla domiciliarità si realizzi abitando il territorio e mantenendo viva la sua storia.
La promozione dell’auto-aiuto ed il coinvolgimento della comunità locale sono la migliore garanzia della continuità nel tempo della capacità del territorio di dare risposte ai bisogni dei cittadini.

L’A.S.D. Pippo Vagabondo
Dalla sua fondazione avvenuta nel 2008, l’Associazione conta una cinquantina di componenti, tra dirigenti, tecnici federali, collaboratori e atleti praticanti.
Il risultato sportivo più importante, lo hanno ottenuto Alessandro Nari e Ludovica Migliardi, che nel 2010, al Festival di Lignano Sabbiadoro hanno conseguito il titolo italiano U12.
Altro motivo di orgoglio sportivo è l’aver conseguito, nel 2015, il primato ligure e il quarto posto di area nel campionato indoor U21, davanti a squadre pluridecorate come il Savona e il Liguria hockey.
Nel 2012 e 2014 l’A.S.D. “Pippo Vagabondo” è stata ufficialmente iscritta nell’albo d’oro del più longevo e prestigioso torneo d’Italia, il “Trofeo Eliseo Colla”, sezione femminile.
nel 2017 gli U10 hanno vinto la Carnival Cup a Viareggio e nel 2018 i nostri piccoli atleti della U8 hanno conseguito il titolo regionale di categoria.
Ha partecipato, conseguendo un brillante risultato, alla IV ^ edizione della Coppa Italia ParaHockey, che si è svolta il 3-5 settembre 2021 a Mori in provincia di Trento.
Partecipa ai Campionati Nazionali under 12 e under 14 maschile.
Ha militato nella squadra l’atleta ucraina Karina Leonova, che ha condiviso allenamenti, preparazioni atletiche e tanti momenti di amicizia e che adesso è una professionista, facente parte della prestigiosa nazionale ucraina di hockey femminile U21.
L’attività dell’Associazione è principalmente rivolta ad una preziosa collaborazione con le scuole nei Giochi sportivi studenteschi, col Centro di aggregazione giovanile, con i comuni di Altare e Cairo Montenotte con Educamp e Sportpertutti e a Cengio dove sono diventati partners ufficiali alle “Cengiadi”.
A Cairo Montenotte hanno organizzato, la finale nazionale di hockey indoor U21, la “Coppa Liguria giovanile indoor” per le categorie U8, U10, U12 e U14 e il recente primo Trofeo Libertas Hockey Paralimpico Memorial Massimo Conterno.
Grazie all’impegno e alla professionalità dei tecnici, il Coni ha riconosciuto “Pippo Vagabondo” come Centro di avviamento allo sport.
Lo staff
Nadia Mussina, Presidente, Danilo Piana, Vicepresidente, Francesca Pizzella, Segretaria, Paolo Nari, Responsabile Tecnico, Alessandro Nari, Consigliere.
Raimondo Voto, Delegato Tecnico di Federazione.
Andrea Nari, Allenatore Paralimpica e arbitro federale.
Collaboratori: Arben Tirana e Hicham Benezzine (paraolimpica), Sofia Patetta (promozione nelle scuole).
Per chi volesse provare a praticare gratuitamente l’hockey può contattare l’Associazione alla mail- pippovagabondoasd@libero.it.

Inserito il 30/11/2021


L’Italia Team Le Zie sono campionesse d’Europa di softball master

L’Italia Team Softball Le Zie Campione d’Europa Master

Si è svolto dal 27 al 30 ottobre 2021 a Sant Boi de Llobregat, vicino a Bercellona, in Spagna, la 2^ Women’s Softball European Masters Cup, vinto dalla squadra dell’Italia Team Le Zie, che ha così confermato il titolo conquistato nel 2019.
Le ragazze del mister Angelo Brunero hanno messo al collo la prestigiosa medaglia grazie alle quattro vittorie ottenute tra giovedì e venerdì, dimostrando, a suon di valide la loro superiorità, visto che una forte perturbazione che ha interessato la Catalogna ha costretto il comitato organizzatore ad assegnare il trofeo sulla fase delle gare eliminatorie.
Inizialmente è stata cancellata la gara del mattino con la Svezia ininfluente ai fini dell’accesso alla finale torneo, successivamente ha posticipato e poi definitivamente cancellato le finali.

 

Giorgia Rodino e Laura Di Micco “testano” le medaglie vinte

Le Italia Team Le Zie, nel quale militano le cairesi Laura Di Micco e Giorgia Rodino, bissano così il successo del 2019, davanti all’Olanda (battuta 14-1) che giunge al secondo posto, alla Spagna che si posiziona terzo posto (5-0), quarta è arrivata la Danimarca (12-6).
“Sono molto contento della prestazione delle ragazze – commenta Brunero – ma soprattutto ero sicuro del livello tecnico delle giocatrici”, che conclude: “E’ stato comunque molto emozionante vedere sia le nostre entusiaste che tanta gente sugli spalti, che si è divertita. Lo sport ha anche questo compito, aggregare e rendere felici le persone, dopo un periodo buio che spero ci porteremo presto alle spalle, questa manifestazione è arrivata proprio al momento giusto”.

 

 

 

Le neocampionesse si “contendono” la Coppa vinta

Le neocampionesse d’Europa master:  Elena Bonato,  Adele Castorina, Lorena Cimolai, Stella Compagnone, Isabella Dalbesio, Alice Dall’O, Ilaria Di Giulio Laura Di Micco, Silvia Durot, Paula Ferrua, Alice Fiorio, Federica Frediani, Marta Gambella, Irene Graziano, Emanuela Iannone, Martina Lackner, Monica Miroglio, Mara Papucci, Serena Perizzolo,  Giorgia Rodino, Francesca Rossini, Eva Trevisan, Laura Ussia, Samanta Valsania.
Lo staff tecnico: manager Angelo Brunero; pitching coach Paolo Miroglio; dirigente Rocco Di Miceli; team manager Massimo Incandela.

 

 

 

 

 

 

[Inserito il 09/11/2021]


Successo del “Paradiso” presentato da “Uno sguardo dal Palcoscenico” nelle Grotte di Borgio

Lo spettacolo, realizzato dalla compagnia Uno sguardo dal Palcoscenico, è stato rappresentato, il  12, 13, 14 e 16 agosto 2019, nell’ambito della 53^ edizione del Festival Tatrale di Borgio Verezzi, nel suggestivo scenario delle Grotte, ottenendo un grande apprezzamento di critica e di pubblico.
Di seguito la recensione del critico teatrale Roberto Trovato, pubblicata dalla prestigiosa rivista “Sipario” (edizione online del 14/08/2019):

“Questo evento speciale, inserito all’interno del LIII Festival di Borgio Verezzi, è una prima nazionale. Lo spettacolo realizzato dalla compagnia Uno sguardo dal ponte, nata nel 1980 a Cairo Montenotte e ancora con lo status di non professionista, è la conclusione di un suggestivo trittico dedicato alla Divina Commedia di Dante, iniziato qui nel 2017 e proseguito nel 2018. Nella fiabesca cornice delle grotte, risorsa naturalistica del sottosuolo di Borgio, gruppi di trenta spettatori per volta, suddivisi ciascuno a intervalli di mezz’ora, in sei turni, hanno modo di seguire Dante, pellegrino/astronauta, nel suo straordinario viaggio attraverso gli spazi siderali verso la sede dei beati, degli angeli e di Dio. Nella prima parte, la più mossa, interpretata da Monica Russo (introduzione e brani da canti I e II), Luca D’AngeloAlessio DalmazzoneValentina FerraroGiovanni Bortolotti (primo atto e brani dal canto III al canto XXII) e il professionista Davide Diamanti, vengono presentati alcuni spiriti incontrati da Dante in compagnia di Beatrice, nelle prime sette sfere del Paradiso. Dante in un lungo e articolato flashback ripensa ad alcuni personaggi incontrati in una messinscena celeste, allestita da Dio appositamente per il poeta: da Piccarda Donati a Giustiniano, da San Tommaso d’Aquino a San Francesco e a San Domenico, da San Bonaventura a Cacciaguida, il trisavolo di Dante. La seconda parte, caratterizzata da molte visioni, che vede impegnati Gaia De Marzo e Omar Scarone (secondo atto – brani dal canto XXIII al XXXIII) e i professionisti Miriam Mesturino, canto XXXIII e Manuel Signorelli, si concentra invece sugli ultimi canti: Primo Mobile ed Empireo. In questa parte a predominare sono le descrizioni di Dante riguardanti Beatrice, gli angeli, i beati nel loro insieme, la Vergine Maria e Dio. L’ultimo canto, con la preghiera di San Bernardo alla Madonna e la visione della Trinità, viene proposto quasi per intero. A quanto rileva in una stringata nota di regia Silvio Eiraldi: “la nostra messinscena cercherà di dimostrare che il Paradiso non è poi così ostico e che comunque le supreme pagine di poesia presenti in tutta la cantica ne fanno il più gran libro della nostra letteratura”. Di qui la scelta della regia di montare con grande abilità e di seguito brani brevi distribuiti su più canti, con passaggi senza soluzione di continuità, “come in un susseguirsi di flash“. Lo spettatore come era già accaduto lo scorso anno col Purgatorio vede “l’alternanza / dialogo di vari attori nella recitazione di ogni brano, che risulterà quindi più teatralizzato” e con un ritmo più incalzante. I brani musicali che punteggiano lo spettacolo, da quelli di Johann Strauss, utilizzati nel film di Kubrick 2001 Odissea nello spazio, e gli altri tratti da canti gregoriani sono stati scelti dal regista con la collaborazione di Monica Russo.

La mimica, i movimenti e i gesti degli attori impegnati nello spettacolo itinerante, che è stato seguito con grande interesse e calorosamente applaudito dagli spettatori lungo gli ottocento metri del suo percorso, sono sobri e misurati. Inoltre la loro interpretazione è sempre gioiosa. Costumi e scenografie sono stati realizzati dai Coribanti, sotto la guida di Marina Basso, che si è avvalsa della collaborazione di Stefano Boagno e Umberto de Facis, con materiali di recupero semplici, come tele grezze monocromatiche e neutre, confezionate con un taglio lineare, e successivamente dipinte e adattate ai singoli attori. Dante invece indossa una pesante tunica color porpora che gli conferisce un’autorevolezza senza orpelli. Va infine segnalato che i poster esposti all’ingresso delle Grotte, opera di tredici allievi iscritti all’indirizzo grafico dell’Istituto Falcone di Loano, sono funzionali a questo spettacolo rigoroso”

PARADISO

dalla Divina Commedia di Dante Alighieri
Regia: Silvio Eiraldi
Disegno luci: Pietro Zanella
Service audio luci: Mixando-Savona
Costumi: I Coribanti del Liceo Martini-Chiabrera di Savona
Interpreti: Miriam Mesturino, Manuel Signorelli, Davide Diamanti, Giovanni Bortolotti, Luca D’Angelo, Alessio Dalmazzone, Gaia De Marzo, Valentina Ferraro, Omar Scarone e Monica Russo
Produzione: Compagnia Uno sguardo dal palcoscenico
Grotte di Borgio Verezzi, 12, 13, 14 e 16 agosto 2019
[Inserito il 22/08/2019]


Gli studenti dell’Istituto Patetta trionfano al concorso nazionale “Play Energy”

Gli studenti dell’Istituto “Federico Patetta” fanno il bis di vittorie. Dopo aver conquistato il primo premio dell’edizione 2018 del concorso “Play Energy”, promosso dall’Enel, con il progetto“Più leggero non basta” che era stato realizzato per migliorare la quotidianità delle persone affette da disabilità motorie, i ragazzi si sono aggiudicati anche l’edizione 2019 della manifestazione. La cerimonia di premiazione del 2019, invece, si terrà a ottobre a Matera.
Il Sindaco di Cairo Paolo Lambertini, a nome suo e dell’Amministrazione comunale, ha espresso alla Dirigente Scolastica, Prof.ssa Buscaglia, ai Prof. Aliberti, Berta e Ivaldi ed agli studenti del Corso di Elettronica le congratulazioni per il brillante risultato.
Leggi/scarica la lettera del Sindaco


Importanti riconoscimenti per la scrittrice Giuliana Balzano

L’ Amministrazione comunale nella persona del Sindaco Paolo Lambertini è lieta di comunicare ai cairesi che la concittadina scrittrice Giuliana Balzano ha di recente ricevuto i seguenti riconoscimenti:
Premio della giuria per il suo ultimo lavoro “Passa ore belle” al Premio Letterario Figurativo Nazionale “Caffè delle Arti”, VI edizione, di Roma. La Cerimonia di Premiazione si terrà sabato 1 giugno 2019 alle ore 16,00 a Roma, presso la “Sala Meeting Plenaria” dell’Hotel “The Building”.
Segnalazione del suo racconto “La decima panchina” alla XIII edizione del Concorso Letterario Salvatore Quasimodo. Concorso prestigioso, la cui giuria, presieduta da Alessandro Quasimodo (figlio del premio Nobel), è composta da altri sei esperti del settore letterario ed editoriale. La Cerimonia di Premiazione si svolgerà domenica 26 maggio 2019 a Barzana (Bergamo) a partire dalle ore 15 presso il nuovo auditorium teatro comunale.
Segnalazione, con conseguente pubblicazione, del suo racconto “Tutto” al Concorso “Racconti liguri” edizione 2019 indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito -Cultora-. La premiazione si terrà domenica 2 giugno nell’ambito della fiera del libro di Imperia.
Inoltre L’Associazione ONA Aprilia, sotto il patrocinio della regione Lazio, in occasione della conclusione della terza edizione del Concorso Letterario Nazionale Incrociamo le penne, ha selezionato il racconto “Il ricordo profuma di te” che verrà inserito nella raccolta, intitolata “Qui si incontrano certe storie. I tempi”. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 4 maggio 2019.

Corso di cucito creativo: un’opportunità di crescita professionale


Il Centro di formazione professionale cebano-monregalese sede di Cairo Montenotte, organizza un corso di cucito creativo a partire dal 30 novembre 2018.
Partendo dalle nozioni basilari, il corso permetterà di realizzare una pochette e una borsa in tessuto.
Un appuntamento dedicato alla creatività in vista delle imminenti festività natalizie.
Per informazioni: http://www.cfpcemon.it
Indirizzo e-mail: info@cfpcemon.it.

A Sanremo con Music Style l’Atelier delle Voci

La 68esima edizione del Festival di Sanremo ha visto la partecipazione degli allievi della Scuola di Canto Moderno “Music Style l’Atelier delle Voci” del Soprano Daniela Tessore di Cairo Montenotte, con il supporto della “Franco Tessore Associazione Culturale Fab Tune Lo Stile in Musica”, che sostiene eventi culturali e benefici in favore di talenti valbormidesi.

Tra i 45 allievi della scuola che si sono esibiti presso la prestigiosa Casa Sanremo: Raffaella Garrone (premiata a Sanremo per il suo inedito “Mare spiaggia Amore vento”, singolo estivo che ha spopolato nelle radio dell’Est Europa scritto dalla sua vocal coach Daniela Tessore), Lorenzo Sereno (che ha inciso il suo primo inedito lo scorso anno sulla compilation prodotta dal Maestro Valsiglio ed è andato in onda su Rai Gulp), Maria Clotilde Muzio (finalista del concorso a sfondo benefico CantaCairo 2017), Livia e Lorenza Kamberaj (finaliste di concorsi nazionali), Beatrice Monni (scelta dal Maestro Valsiglio per la produzione del CD “Giulietta loves Romeo2”), Alessia Vedeo (selezionata per essere intervistata su Radio Nostalgia), Roberta Blangero (scelta dal Maestro Valsiglio per il CD “Giulietta loves Romeo2”), Gabriele Ferraro (andato in onda con le Gemelle Angela e Maddalena Vignolo su Rai Gulp e presenti tutti e 3 sul cd del Maestro Valsiglio; con Giulia Ndoja hanno cantato nella sigla di apertura in diretta Rai 1 alla Finale di Castrocaro 2016), Fabiana Ruocco bravissima interprete dalla voce unica; Marco Ferrieri semifinalista di concorsi nazionali; Riccardo Perrone grande chitarrista ed interprete, che si è fatto notare da discografici presenti agli eventi; le “Singing Ladies” Francesca Vieri e Katia Battaglino (arrivate ai Boot Camp di XFactor nel 2015, che hanno promosso il loro ultimo inedito contro la violenza sulle donne durante l’evento sanremese, su YouTube è presente anche il video della canzone “Sola e Libera” scritto dalla vocal coach Daniela Tessore); le “7NiceNotes” Giulia Ndoja, Virginia, Maddalena e Margherita Marenco, Angela e Maddalena Vignolo, Giorgia Carboni; il Coro dei Piccoli, ovvero i Music Style Kids composto da Arianna Garulli, Lorenzo Campani, Luca Ferraro, Marisol Viazzo, Eloisa Plepi, Elena e Sara De Bon, Emma Bertone, Giorgia Scicolone, Giulia Testa e Gabriele Ferraro; il Coro adulti Music Style Group composto da: Marina Costa, Monica Brignone, Roberta Blangero, Anna Cantoni, Gabriele Vignolo, Raffaella Garrone, Marco Castiglia, Chiara Tognoli, Egle Veneziano, Fulvio Ravera, Marina Varaldo, Alice Degradi, Daniela Rosso.

 

Il gruppo Music Style Atelier delle voci, Raffaella Garrone con l’artista Carlo Cori, Riccardo Perrone sul palco e un momento della premiazione

 

Torna in cima